Internazionale Corazon / Todes

5-11 luglio 2021

A cura di Gabi Scardi in dialogo con Maria Paola Zedda

Francesca Marconi propone invece un’installazione audio, un’esperienza musicale e un film. L’installazione audio TODES è frutto di una riflessione collettiva sui temi del meticciato culturale e dell’incontro tra comunità, raccolta dall’artista in un laboratorio itinerante di drammaturgia partecipata che ha invitato i cittadini a riflettere sulla relazione tra corpo e territorio. L’artista avanza la proposta di immaginare il quartiere e l’area di riferimento come un corpo, un corpo urbano, un corpo-paesaggio abitato a sua volta da una molteplicità di organi, segni, articolazioni. Il progetto è curato da Gabi Scardi, in dialogo con Maria Paola Zedda, in collaborazione con i negozianti ed i cittadini di via Padova, gli studenti del Liceo Artistico Caravaggio e vede la partecipazione di Francesco Venturi per le musiche. Prodotto dall’associazione Creativity for Urban and Rural Empowerment Le Alleanze dei Corpi, promosso da La Città Intorno di Fondazione Cariplo.

Nella giornata del sabato ai Giardini Mosso si terrà TODES REMIX | Sayri X Todes dance floor: Sayri remixa e reinterpreta la drammaturgia di Todes amplificando futuribilità indigene e afrodiscendenti del territorio di Abya Yala in ogni possibile direzione artistica e sonora. Sayri è una piattaforma e format di eventi lanciata a inizio 2020 come clubnight e slot a Radio Raheem. Fondata da Sonia Garcia e co-curata da Amazon, incentrata su arti ed esperienze di donne e dissidenze affettive o di genere, provenienti dall’America Latina e dalla sua diaspora.

Il venerdì e la domenica sarà inoltre proiettato INTERNAZIONALE CORAZON/TODES – FILM, frutto di un esteso laboratorio territoriale in cui conoscere, scambiare e contaminare codici visuali e di movimento, in un corto circuito tra tradizioni alloctone e contemporaneità indigene. In via Padova cittadini ballerini di provenienza, genere ed identità artistiche differenti hanno danzato in un’opera collettiva fatta di performance originali: fil rouge dell’opera sono stati i costumi, di volta in volta ricombinati a partire dal rapporto con il movimento e codici delle danze e culture incontrate.