ID | Incontri digitali per una drammaturgia del contemporaneo

a cura di Itinerari Paralleli

Gli incontri digitali qui presentati vogliono essere uno spazio di approfondimento sui temi emersi dalla ricerca artistica sul campo degli artisti coinvolti nel progetto.

Le progettualità artistiche, scelte anche per la rilevanza dei temi di ricerca affrontati, rappresentano un’opportunità per approfondire alcune riflessioni sui temi del rapporto con lo spazio pubblico, della convivenza tra culture diverse, della capacità di un quartiere di riconoscere, accogliere e valorizzare il potenziale che lo costituisce e anche di evolvere in dialogo con l’immaginario che lo abita. Nei principi di disseminazioni si ispirano metodologicamente alla teoria di Guillaume Zitoun e si innestano in questa ramificazione temporale e spaziale di attività disseminate nel quartiere, come antenna intima e autentica di narrazione delle tematiche rilevanti emerse dal dialogo degli artisti con gli abitanti.

Uno spazio digitale di drammaturgia urbana che ha l’ambizione di condividere le narrazioni emerse con un sistema di riferimento sovra locale, nazionale, attraverso la co-costruzione di appuntamenti con una comunità ampia di persone, organizzazioni, professionisti che a diverso titolo e con diversi approcci stanno conducendo un lavoro di ricerca e sperimentazione su questi stessi temi. Si vogliono sollevare dei temi che ci auguriamo possano connettersi e contribuire ad un dibattito culturale più ampio e all’emersione di alcune tematiche del contemporaneo.

Due cicli di appuntamenti: a giugno, in occasione della restituzione delle residenze degli artisti sul quartiere e a settembre, in occasione del Festival. I nove appuntamenti digitali saranno organizzati in nove spazi privati del quartiere (abitazioni o cortili di abitazioni) e in spazi pubblici (giardino, piazza, scuola, biblioteca) e coinvolgeranno “un padrone di casa” formale e informale, un artista e una figura teorica che aiuti gli ascoltatori a comprendere come una narrazione specifica, riferita ad un territorio e ad una comunità, rientri in una riflessione teorica più ampia figlia del nostro tempo.

Ogni appuntamento vuole rappresentare un’occasione di narrazione e di approfondimento, secondo punti di vista differenti (dell’abitante, dell’artista e del teorico) sulle riflessioni che gli artisti hanno raccolto sul campo durante lo sviluppo della loro progettualità artistica. Gli incontri sono costruiti con un approccio multicanale (digitale, radio, cartaceo) allo scopo di creare la massima risonanza dei contenuti per costruire nuove alleanze che sfumino i confini del quartiere e siano occasione di contaminazione e di dialogo con altre realtà locali o sovralocali che condividono ricerche o esperienze analoghe.